• Prezzo scontato
  • Risparmia il 15%

Le Catene Miofasciali in Medicina Manuale - il Rachide

di Saverio Colonna


Le Catene Miofasciali in Medicina Manuale - il Rachide

Scusa la domanda, ma perché scrivi questo libro? Che cosa aggiungi a quanto è già stato scritto? Con queste domande, il mio caro amico Silvano, accoglie la mia idea di scrivere un testo sulle Catene Muscolari. Questi quesiti, semplici e al tempo stesso complessi, mi hanno fatto riflettere, interrompendo il turbinio dei pensieri, sugli argomenti...

Condividi sui social

170,00 €
144,50 € Risparmia il 15%
Tasse incluse Disponibilità immediata
Quantità

Aggiungi ai preferiti
You must be logged in
  • Pagamenti Sicuri Pagamenti Sicuri
  • Diritto di reso Diritto di reso
  • Contrassegno Contrassegno

Descrizione

Le Catene Miofasciali in Medicina Manuale - il Rachide

Scusa la domanda, ma perché scrivi questo libro? Che cosa aggiungi a quanto è già stato scritto? Con queste domande, il mio caro amico Silvano, accoglie la mia idea di scrivere un testo sulle Catene Muscolari. Questi quesiti, semplici e al tempo stesso complessi, mi hanno fatto riflettere, interrompendo il turbinio dei pensieri, sugli argomenti che avrei voluto trattare, e mi hanno portato a confrontarmi con una domanda che all'inizio dell'avventura non mi ero posto: perché investire così tanta energia in un'impresa così ambiziosa? La superspecializzazione è di moda, non solo nel campo medico, ma in tutti gli ambiti professionali. Una volta il muratore costruiva la casa e il meccanico riparava le automobili. Oggigiorno, ad esempio, per costruire una casa partecipano tante figure oltre al progettista, il carpentiere, il muratore, l'intonacatore, il piastrellista, il parquettista, il decoratore edile, e via discorrendo.

Il mondo sanitario non si sottrae a questo modus vivendi della nostra epoca storica. Nel nostro corpo ogni organo ha un suo specialista il cardiologo ad esempio s'interessa di cuore, l'oculista dell'occhio, l'otorino dell'orecchio, ecc. Nell'ortopedia si sta assistendo alle superspecializzazioni per cui lo specialista s'interessa esclusivamente di un'articolazione; per cui abbiamo lo specialista ortopedico del ginocchio, della spalla, del piede, della schiena, ecc. Scrivere un libro prendendo in considerazione globalmente l'apparato muscolo-scheletrico del corpo umano è anacronistico. È conoscere di tutto un po' ma approssimativamente; nel mondo in cui si spacca il capello in quattro è davvero controcorrente parlare della globalità del corpo, sapendo che in letteratura per ogni articolazione esiste una valanga di carta stampata. Il corpo, purtroppo, non riconosce la superspecializzazione, e in modo "ignorante" continua imperterrito a lavorare rispettando il vecchio e universale principio della globalità. Nella mia formazione medica, la mia indole di eterno insoddisfatto, ha portato ad interessarmi prima di medicina dello sport, poi di rieducazione ed infine di chirurgia ortopedica. In questo percorso come terapeuta, il denominatore comune è stato quello di "curare usando le mani". Nella cultura Anglo-Sassone della Kinesiologia Applicata, la salute dell'individuo si inscrive in un triangolo i cui lati sono: struttura, chimica e psiche. Penso che si possa curare andando ad interagire con ognuno di questi pilastri della salute corporea. Mi considero uno "strutturologo", entusiasta di interagire manualmente con il corpo, con o senza bisturi. La medicina dello sport mi ha fatto conoscere la Biomeccanica; la rieducazione la Funzione; la chirurgia la Struttura. In questo testo confluisce tutta l'esperienza acquisita in circa 30 anni di medicina.

Da circa 15 anni m'interesso di Osteopatia, tale disciplina le cui origini risalgono all'inizio del secolo scorso, presenta diverse lacune dal punto di vista dell'oggettivazione. Persone sicuramente acute hanno costruito le fondamenta di questa terapia manuale basandosi unicamente sulla percezione delle loro mani. Il mondo della ricerca va avanti, nell'ultimo ventennio, molti laboratori di biomeccanica, sparsi per il mondo, hanno convalidato o rigettato diversi datati concetti sulla maniera in cui il corpo umano si muove. Molte delle teorie osteopatiche vertono su principi che non hanno mai avuto una convalida scientifica. La medicina ufficiale e l'osteopatia viaggiano su binari paralleli senza mai incrociarsi, come se agissero su sistemi differenti e non sull'identico corpo umano. La posizione a cavallo delle due discipline mi mette nella condizione privilegiata di poter fare incrociare, come uno scambio ferroviario, i due "mondi" ricavando dal confronto un incremento di scientificità della medicina manuale e una maggiore apertura mentale della medicina ufficiale. Da questi presupposti e dal confronto con la letteratura presente nasce e viene elaborata la metodica delle catene muscolari miofasciali descritta in questo testo. In questo testo si parla della patologia in termini di medicina ufficiale, cosa non presente in nessun testo osteopatico di mia conoscenza, e attraverso le conoscenze biomeccaniche che regolano il movimento del nostro corpo viene data un'impostazione diagnostica con relativa indicazione terapeutica utilizzando mezzi non convenzionali (farmaci, FKT, ecc.). Rispetto ad altre tecniche di medicina manuale che si basano soprattutto sulle disfunzioni articolari, la valutazione riportata in questo testo si basa sulle catene miofasciali. Il trattamento utilizza tecniche manipolative strutturali, miofasciali, ginnastica posturale e cerotti. L'ingente impegno profuso è stato dedicato volentieri, sperando di aver dato, a coloro che ancora non conoscono la metodica, un nuovo strumento di lavoro, e agli operatori che invece già la utilizzano una maggiore sicurezza nella loro pratica quotidiana.  "

Scheda tecnica

Autore
Saverio Colonna
Editore
Edizioni Martina
Anno pubblicazione
2006
Pagine
360
Formato
24x34
ISBN
9788875720436
Peso
1700

Informazioni specifiche

Non ci sono recensioni dei clienti per il momento.

Scrivi la tua recensione